Pubblicata il 12/05/2014

Uno degli elementi d'arredo che nella zona notte richiamano subito lo stile classico è il letto con baldacchino. Ma da dove deriva l'usanza di adornare il talamo con questa struttura e perché?

La storia del baldacchino come tradizionalmente lo intendiamo parte dal medioevo e deriva in realtà dal termine "baldacco", nome tedesco della città di BaghdadLa storia dei letti a baldacchino ha origini molto antiche, addirittura medievali, quando con il termine baldacchino si indicavano i drappi di seta importati da Baghdad. L’etimologia del termine deriva infatti dal latino “baldekinus” e fa riferimento alla parola “Baldacco“, nome tedesco della città di Baghdad, antica Babilonia, da cui nell’undicesimo secolo venivano importate stoffe di elevato pregio e valore. In Occidente questi tessuti vennero introdotti prima di tutto nelle repubbliche marinare, dove andarono ad arricchire i tesori delle cattedrali con i nomi di “Baldekino” o di “Baudaquen“.

Dal tredicesimo secolo il termine cominciò ad indicare il drappo che adornava il letto, sorretto da una struttura di forma quadrangolare. La sua funzione non era solo legata al letto ma poteva essere intesa come struttura atta a rendere onore e protezione ad oggetti di valore, spoglie sacre e reliquie.

La sua funzione è molteplice, così come le sue versioni: il baldacchino infatti può essere semplicemente un cappuccio di stoffa sorretta da una esile struttura mobile così come una pesante e più o meno adornata struttura architettonica. Si ritiene che il baldacchino abbia avuto origine nelle popolazioni nomadi provenienti dall'oriente per poi diffondersi nel mondo cristiano.

Parlando dell'uso "profano" di quest'elemento, adbito cioè a funzione di protezione del riposo nel letto, possiamo ritenere il diffondersi ufficiale del baldacchino come elemento d'arredo e di stile molto più tardi, tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo.

Al di là degli stili più o meno ricercati, legati anche agli stili d'arredo dei vari secoli e allo status sociale di chi ne disponeva, la funzione del baldacchino non è solamente decorativa come molti pensano, e nemmeno meramente di protezione da insetti e parassiti. Soprattutto nella sue versioni più importanti e strutturate, quelle dotate di ampia tettoia, utilizzate, come possiamo immaginare, nelle dimore più lussuose, il baldacchino serviva anche come "protezione termica". Dobbiamo infatti pensare che le dimore dell'epoca non avessero sistemi di riscaldamento efficienti come quelle odierne ed erano anche caratterizzate da spazi ampi, assenza di coibentamento come possiamo intenderlo oggi con i moderni materiali e soffitti altissimi. Tutte caratteristiche che facevano sì che gli ambienti fossero alquanto freddi per la maggior parte dell'anno. La presenza del baldacchino sul letto contribuiva quindi anche alla migliore conservazione del tepore corporeo durante il riposo notturno.